REDDITO DI INCLUSIONE (ReI)








Il  Reddito  di  inclusione  (REI)  è  una  misura  di  contrasto  alla  povertà  dal  carattere  universale, condizionata alla valutazione della condizione economica e sociale.
Verrà erogato dal 1° gennaio 2018 e sostituirà il SIA (Sostegno per l’inclusione attiva) e l’ASDI (Assegno di disoccupazione). 
Il REI si compone di due parti:
1.  UN BENEFICIO ECONOMICO erogato tramite la CARTA REI, una carta di pagamento utilizzabile per:
a.  gli  acquisti  in  tutti  i  supermercati,  negozi  alimentari,  farmacie  e  parafarmacie abilitati al circuito MasterCard
b.  il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali
c.  prelevare contante  entro  un  limite  mensile  non  superiore  alla  metà  del  beneficio massimo attribuibile Il beneficio economico dura diciotto mesi.
L’importo dipende dalla numerosità della famiglia e dal “reddito disponibile” del nucleo familiare.
2.  UN  PROGETTO  PERSONALIZZATO:  il  sussidio  è  subordinato  ad  un  progetto personalizzato  di  attivazione  sociale  e  lavorativa  predisposto  dall’Azienda  Speciale Consortile  Solidalia  con sede a Romano  di  Lombardia,  in  rete  con il  Comune,  i  servizi  per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole, soggetti privati ed enti no profit.
Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base  di  una valutazione  globale  delle  problematiche  e  dei  bisogni.  Dal  progetto  derivano reciproche responsabilità.

QUALI NUCLEI FAMILIARI POSSONO ACCEDERE AL R.E.I.

1)  REQUISITI GENERALI
Possono accedere al REI i nuclei familiari che al momento della presentazione della domanda e per l’intera durata dell’erogazione del beneficio  siano in possesso di almeno una delle seguenti condizioni,  con riferimento alla sua composizione come risultante nella DSU:
1.  presenza di un componente di età minore di anni 18;
2.  presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore, ovvero di un suo tutore;
3.  presenza  di  una  donna  in  stato  di  gravidanza  accertata,  attestata  da  documentazione  medica rilasciata da struttura pubblica e con data presunta del parto non prima di 4 mesi.
4.  presenza  di  almeno  un  lavoratore  di  età  pari  o  superiore  a  55 anni,  che  si  trovi  in  stato  di disoccupazione  per  licenziamento,  anche  collettivo,  dimissioni  per  giusta  causa  o  risoluzione consensuale  intervenuta  nell’ambito  della  procedura  di  cui  all’articolo 7  della  legge  15  luglio 1966, n. 604, ed abbia cessato, da almeno tre mesi, di beneficiare dell’intera prestazione per la disoccupazione,  ovvero,  nel  caso  in  cui  non  abbia  diritto  di  conseguire  alcuna  prestazione  di disoccupazione  per  mancanza  dei  necessari  requisiti,  si  trovi  in  stato  di  disoccupazione  da almeno tre mesi.
Il   ReI  è  incompatibile  con  la  contemporanea  fruizione,  da  parte  di  qualsiasi  componente  il  nucleo  familiare, della NASpI o di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione involontaria

2)  REQUISITI DI RESIDENZA E DI SOGGIORNO
Il richiedente la misura deve essere, congiuntamente:
1.  cittadino dell’Unione o suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o apolide in possesso di analogo permesso o titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);
2.  residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento di presentazione della domanda.

3)  REQUISITI ECONOMICI

1.  Condizione economica: il nucleo familiare deve essere in possesso di tutti i seguenti requisiti generali al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata della erogazione del beneficio:
  • ISEE in corso di validità non superiore pari o non superiore a 6.000 euro;
  • ISRE pari o non superiore a 3.000 euro; 
  • Un  valore  del  patrimonio  immobiliare,  diverso  dalla  casa  di  abitazione,  non superiore a 20.000,00 euro;
  • Un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 10.000 euro (ridotti a 8.000 euro per la coppia e a 6.000 euro per la persona sola)
  • nessun  componente  il  nucleo  deve  risultare  titolare  di  prestazioni  di assicurazione  sociale  per  l’impiego  (NASPI)  o  altri  ammortizzatori  sociali  di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria
2.  Il nucleo non deve risultare in possesso al momento della presentazione della domanda di:
  • autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta  nei ventiquattro mesi dodici mesi antecedenti la richiesta: navi o imbarcazioni da diporto.
N.B.
Il  soddisfacimento  dei  requisiti  per  il  diritto  al  ReI  non  necessariamente  comporta il  diritto  al beneficio  economico,  in quanto  è  condizionato  anche dall’eventuale  fruizione di  altri  trattamenti assistenziali  e  dalla  condizione  reddituale rappresentata  dall’indicatore  della situazione  reddituale (ISR), al netto dei trattamenti assistenziali in esso considerati.

ENTITA' DEL BENEFICIO ECONOMICO

I livelli mensili massimi del beneficio economico sono i seguenti:

  • 1 persona: 187,50 euro
  • 2 persone: 294,38 euro
  • 3 persone: 382,50 euro
  • 4 persone: 461,25 euro
  • 5 e più persone: 485,40 euro

L’assegno verrà erogato per 18 mesi. E’ rinnovabile per non più di 12 mesi, ma tra la conclusione e l’inizio del Rei successivo
dovranno passare almeno 6 mesi.


                                                                                                             DOVE RIVOLGERSI


La  domanda  deve  essere  presentata  (dai cittadini romanesi) presso lo Sportello dell' Ufficio Servizi Sociali  del Comune, in orario di apertura al pubblico, su apposito modello predisposto dall’INPS che verrà consegnato allo sportello previo breve colloquio informativo finalizzato alla verifica del possesso dei requisiti generali del cittadino/nucleo familiare.

Alla domanda, debitamente compilata, dovrà essere allegata obbligatoriamente tutta la seguente documentazione:
  • Fotocopia del documento di identità in corso di validità del dichiarante
  • Attestazione I.S.E.E. in corso di validità completa di DSU
  • Documentazione relativa ad eventuali precedenti residenze (dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà);
  • Se cittadino non comunitario: fotocopia permessi di soggiorno di tutti i componenti;
  • Certificazioni di disabilità dei componenti, se ricorre il caso;
  • Attestazione medica rilasciata da servizio pubblico in caso di presenza di componente con gravidanza, se ricorre il caso.
Eventuale documentazione integrativa potrà essere richiesta dal personale dell'ufficio a seguito del colloquio a sportello.

Si precisa che una volta presentata la richiesta, l'Ufficio Servizi Sociali provvederà a trasmetterla  all'INPS e contemporaneamente a mettere in atto tutti i controlli di competenza.
Le attività di controllo, che dovrà avvenire nei termini di Legge, sono in capo sia al Comune che all'INPS e solo dopo il riscontro positivo di entrambi gli enti, potrà essere predisposto il progetto sociale e dunque l'INPS potrà elargire il beneficio. 

Per  informazioni rivolgersi all’Ufficio  Servizi  Sociali  al  seguente numero 0363-982362.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Che cosa sono i cookie

I cookie o marcatori sono pacchetti di informazioni che vengono scaricati su un dispositivo utilizzato per navigare su un sito web. Ad ogni successivo accesso al sito il dispositivo verrà automaticamente riconosciuto.

I cookie permettono di salvare temporaneamente sul sito le informazioni riguardanti la visita ed il visitatore. Anche altri siti web che utilizzano lo stesso cookie potranno riconoscere il dispositivo. Per ogni accesso al sito potranno essere utilizzati diversi tipi di cookie.

I cookie permettono ad un sito web di personalizzare un accesso, per esempio:

  • Mostrando funzionalità di navigazione rilevanti
  • Ricordando le preferenze del visitatore
  • Migliorando in generale la navigazione dell’utente
  • Limitando il numero di messaggi pubblicitari inviati

 

L’utilizzo dei cookie da parte del Comune di Romano di Lombardia

Quando si accede a comune.romano.gov.it si acconsente automaticamente all’invio di cookie da parte del Comune sul dispositivo utilizzato.

comune.romano.gov.it combina le informazioni raccolte con i cookie con le altre informazioni che tu stesso hai fornito o con gli altri dati raccolti per gli scopi indicati nella Policy della Privacy sul sito comune.romano.gov.it.

Se non vuoi che comune.romano.gov.it invii cookie sul tuo dispositivo puoi rifiutare l’utilizzo di cookie usando le opzioni o le impostazioni del tuo browser. Potresti non essere in grado di utilizzare (correttamente) alcune parti di comune.romano.gov.it.

comune.romano.gov.it utilizza 2 tipi di cookies:

  • Cookie Tecnici
    Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web. Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

 

  • Cookie di terze parti
    I cookie di terze parti sono cookie che i nostri partner commerciali introducono nel terminale o altro dispositivo del visitatore. Anche questi possono contenere cookie come cookie di sessione e cookie persistenti (descritti oltre). I nostri partner commerciali utilizzano i cookie di terze parti per esempio per individuare il target, affinché gli annunci pubblicitari che ritengono corrispondere meglio agli interessi dei visitatori vengano scelti e trasmessi al loro terminale o altro dispositivo, in base alle precedenti attività su Internet del terminale o altro dispositivo.

 

Come posso controllare l'installazione di Cookie?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. L'Utente può trovare informazioni su come gestire i Cookie nel suo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.

In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di opt out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa.

Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Rifiutare i cookie

Potete rifiutare di salvare i cookie sulla vostra macchina modificando le impostazioni del browser. Per maggiori informazioni, consultate il vostro provider di browser web.